INCIDENTI ALL’ESTERO

In caso di incidente in uno dei Paesi del sistema della carta verde causato da un veicolo immatricolato in un Paese dello Spazio economico europeo, ci si può avvalere della particolare procedura prevista dal decreto legislativo 7 settembre 2005, n° 209 (Codice delle assicurazioni private) – Capo V – Articoli 151 e seguenti.

In caso di incidente all’estero NON si deve chiedere il risarcimento all’UCI perché non gli compete la gestione di tali casi.

Le modalità e la modulistica per individuare l’assicuratore estero del veicolo che ha provocato l’incidente e il mandatario per la liquidazione dei sinistri nominato in Italia  dall’assicuratore estero sono descritte sul sito di CONSAP S.p.A. –  www.consap.it alla voce Centro di Informazione . 

Anche in caso di incidente all’estero provocato da un veicolo immatricolato in Svizzera si rimanda al sito della CONSAP Spa per informazioni sulla procedura da seguire www.consap.it .

In caso di incidente in un Paese che non appartiene allo Spazio economico europeo e provocato da un veicolo immatricolato in quello stesso Paese, la richiesta di risarcimento va inviata all’assicuratore e/o proprietario del veicolo estero. (Esempio: Incidente in Marocco provocato da un veicolo immatricolato in Marocco; la richiesta va indirizzata all’assicuratore in Marocco e/o al proprietario del veicolo). Si consiglia di informarsi su cosa prevede la legge del Paese o meglio di contattare il Consolato italiano del Paese.

Se però il veicolo che ha causato l’incidente è immatricolato in un Paese diverso rispetto a quello in cui l’incidente è accaduto (e sempre non aderente allo Spazio economico europeo), la richiesta di risarcimento va inviata al Bureau del Paese dell’incidente, purché il sinistro sia avvenuto in uno dei paesi del sistema carta verde. (Esempio: Incidente provocato in Marocco  da un veicolo immatricolato in Tunisia; la richiesta di risarcimento va inviata al Bureau del Marocco).

Per i contatti degli assicuratori e dei Bureaux del sistema della carta verde è possibile consultare il sito del Consiglio dei Bureaux http://www.cobx.org/Content/Default.asp?